Teatro

Il teatro “Villa Sora” è situato all’interno della villa della quale porta il nome, è stato costruito intorno al 1930 ed è stato recentemente ristrutturato, secondo le leggi vigenti sulla sicurezza. Esso rappresenta innanzitutto un luogo di aggregazione ed espressione artistica per gli studenti della scuola Media e del Liceo del nostro Istituto, inoltre è un significativo polo culturale nel territorio tuscolano, di vitale interesse per promuovere sempre più una crescita artistica e di aggregazione nel Comune di Frascati.

 

In teatro si organizzano:

– laboratori teatrali per i ragazzi della scuola media e delle superiori che frequentano l’Istituto

manifestazioni, eventi, rassegne, per e con gli studenti dell’Istituto e le loro famiglie.

 

Il teatro può essere affittato:

a singoli, gruppi musicali, compagnie teatrali, scuole di danza etc. per realizzare spettacoli di teatro e danza, concerti, saggi, convegni, manifestazioni etc.  (si escludono eventi di carattere partitico). 

 

Il teatro attualmente ospita:

l’Associazione Sipario Aperto che gode del patrocinio del Comune di Frascati, e svolge la sua attività di ricerca, pedagogica e promozione teatrale, a testimonianza del tenace e documentato impegno culturale nel territorio dei Castelli Romani. Organizza nel teatro laboratori teatrali per bambini, ragazzi, adulti. Lezioni Aperte trimestrali dei singoli corsi, spettacoli teatrali e alcuni stage, di approfondimento per alcuni specifici aspetti e tecniche teatrali.

 

Contatti:

Paola Staiano

339 16 82 621

teatro@villasora.it

Facebook: Teatro Villa Sora

Struttura

Il palco praticabile 8x8mt, di scena 6,30×7,30, adatto a qualsiasi tipo di rappresentazione dalla prosa al musical, dai concerti alla danza, è provvisto di una graticcia all’altezza di circa 5,30 mt per attrezzistica e scenotecnica. Il sipario si apre manualmente a corda, è di velluto azzurro. È possibile calare (avanti sipario) un telo bianco motorizzato di circa 2x2mt per proiezione, dispone di 4 quinte di telo ignifugo nero per ciascun lato e fondale ignifugo nero apribile, con la possibilità di stendere un telone bianco di 4x6mt per proiezione su fondale.

Intorno allo spazio scenico, un corridoio spazioso consente le entrate e le uscite da entrambe i lati del palco. Adiacente al palco un comodo locale per cambi veloci e un camerino ampio con bagno. Al piano superiore due spaziosi camerini e un bagno.

La platea della sala teatro ha una capienza di 320 posti a sedere.

Il Foyer, attraverso il quale si accede nella sala teatro, è accogliente e molto ampio.

Equipaggiamento audio

  • n°1 Mixer “MackieCR1604-vlz” 16 canali mono
  • n°2 Finali d’amplificazione con equalizzatore per singolo canale L/R
  • n°4 Diffusori a membrana piatta con angolo di diffusione 140°da 80W RMS cad.
  • n°2 Casse spia da palco passive. Senza equalizzatore
  • n°1 Amplificatore per casse spia
  • n°1 Lettore CD-mp3-usb

Connessioni audio:

  • da palco a regia: 16 XLR
  • da regia a palco: 3 XLR

Equipaggiamento luci

  • n°1 Mixer LUCI 12/24CH DMX
  • n°1 Dimmer Luci 12CH 3,0 KW cad.
  • n°8 PAR 1000W
  • n°4 PC 1000W
  • n°4 PC 500W
  • n°1 SAGOMATORE 650 W
  • n°6 ELF LED RGBWA (9x12W)

 

Ancoraggi Luci:

  • n°2 Americane sospese da 5 mt cad. (posizione: I e ultima quinta)
  • n°2 Americane sospese da 2,5 mt cad. (posizione: II e III quinta)

Equipaggiamento video

  • n°1 Videoproiettore HITACHI CP-X605 4000 ANSI lumens
  • n°1 Schermo Bianco da proiezione motorizzato (avanti sipario)
  • n°1 Telo Bianco su Fondo Palco

 

Connessioni Video:

  • n°1 Connettore Maschio VGA su palco
  • n°1 Connettore Maschio VGA in regia

Elettricità

Allacci a corrente:

  • n°3 prese trifase 3P+N+T – 380V/32° (zona dimmer)
  • n°4 prese monofase 1P+N+T – 220V/16° (2 lati palco e 2 fondo palco)
  • n°2 prese domestiche 1P+N+T – 220V/16A (lati palco)
  • n°5 prese dirette monofase 1P+N+T – 220V/16° (lato palco SX)

 

MAX Potenza disponibile nella struttura 20KW

Il laboratorio teatrale

L’Istituto salesiano Villa Sora offre agli studenti della scuola media e superiore un ventaglio di attività extracurricolari finalizzate all’autonomia, al rafforzamento della personalità ed all’acquisizione di abilità personali, relazionali e sociali utili a migliorare la qualità della loro vita.

Questo metodo viene da molto lontano nel tempo, già nel secolo diciannovesimo Don Bosco, agli inizi della sua attività educativa, scopre il valore pedagogico del gioco, della musica e del teatro. Egli dava molta importanza al tempo libero, uno spazio educativo nel quale il ragazzo può esprimere liberamente se stesso. Nei suoi ambienti giovanili vigeva una regola importante: “Si dia ampia libertà di saltare, correre, schiamazzare a piacimento. La ginnastica, la musica, la declamazione, il teatro, le passeggiate sono mezzi efficacissimi per ottenere disciplina, giovare alla moralità e alla sanità”. Don Bosco portava i suoi ragazzi a passeggio per le colline del Monferrato: li faceva suonare nella banda musicale, li introduceva al teatro. Per i giovani aveva scritto dei testi: qualcuno comico, altri drammatici e altri ancora per istruire, come “Il dialogo sul sistema metrico decimale”, scritto proprio per insegnare le nuove misure da adottare, basate appunto sul sistema metrico decimale. Per i canti in chiesa adattava le parole sacre alle canzonette del tempo.  In queste diverse attività ludiche come appunto il gioco, la musica, lo sport e il teatro il ragazzo rivela il suo carattere, tempra la volontà, ancor più dove l’adulto è con lui per dare valore al gioco stesso. Nel gioco adulti e ragazzi stabiliscono legami che si proiettano nel tempo. L’essere con i ragazzi, specialmente in alcune occasioni e manifestazioni, è segno non solo di simpatia ma anche di stima per quello che stanno facendo, è dire loro che il gioco non è una cosa che si potrebbe anche non fare, ma è un momento importante della loro crescita. Le attività artistiche e in generale quelle che stimolano la creatività, sono un tassello di fondamentale importanza nella formazione integrale dell’individuo. In questo consenso l’attività teatrale si configura come un’importante esperienza formativa.

 

L’attività

Teatro come mezzo di “educazione di vita”. Nella disciplina e nel rispetto delle regole aiuta a crescere nell’espressione di sé, nella creatività e nel rapporto con gli altri, vincendo le proprie paure, per manifestare e condividere i sentimenti e le emozioni. I laboratori prevedono nel primo periodo un approccio ai fondamentali del teatro: respirazione, rilassamento, voce, improvvisazione, linguaggio non verbale, espressione corporea… e poi la realizzazione di Lezioni Aperte al pubblico, nelle quali i ragazzi oltre a confrontarsi con un testo e con il palcoscenico, parteciperanno alla realizzazione di scenografie, costumi e musiche.  

 

Destinatari

Studenti Scuola Media

Studenti Scuola Superiore

 

Finalità

Stimolare, accompagnare e sostenere i ragazzi nel loro percorso formativo e potenziare la loro creatività. Favorire il benessere psico-fisico dei partecipanti e contribuire alla conoscenza di sé. Favorire la conoscenza della cultura teatrale e letteraria perché stimoli i ragazzi ad esprimersi attraverso l’uso di un linguaggio efficace.

 

Lezione di prova

Da stabilire  

 

Orario e giorno dell’attività

Da stabilire con i ragazzi

 

Per ulteriori informazioni:

Paola Staiano 339 16 82 621

Galleria fotografica