A Villa Sora la Giornata del Ricordo

A Villa Sora la Giornata del Ricordo

Si è svolto oggi, 11 febbraio, un evento che ha coinvolto i ragazzi del biennio dei tre licei di Villa Sora per celebrare la Giornata del Ricordo.

L’evento si è aperto con il saluto di Don Marco Aspettati, direttore di Villa Sora, che ha poi lasciato la parola all’introduzione artistica a cura di Filippo Pirrottina (E2A) che ha letto una poesia di Graziano Udovisi (sopravvissuto alle Foibe) accompagnato dal violino di Leonardo Naticchioni che ha suonato Experience di L. Einaudi.

Successivamente Don Francesco Carta ha introdotto il professor Alessio Collacchi, che è intervenuto per la presentazione dell’Evento storico con una finestra sulla questione delle foibe e dell’esodo.

L’evento ha raggiunto il momento più toccante con la testimonianza di Elio Menegotti ed Eufemia Sponza, che hanno raccontato la propria storia di esuli. Eufemia Sponza a 16 anni è costretta insieme alla famiglia ad abbandonare la sua casa a Rovigno, nella Istria croata, per migrare prima verso Udine, poi nella provincia di Arezzo e successivamente a Roma. Qui, dove visse in un centro per accoglienza dei profughi, conobbe l’attuale marito, Elio Menegotti, esule da Fiume.

Condividi: